Archivi giornalieri: 10 Maggio, 2012


3
Vi proponiamo un articolo di Oscar Giannino scritto per Chicago Blog. In queste ore dove è difficile far circolare informazione utile nei canali intasati della rete, bisogna fare di tutto per dare visibilità a opinioni significative, anche se a volte non condivise. Vi consigliamo comunque di seguire Chicago Blog che sta svolgendo un ruolo di importante informazione complementare ai media mainstream.

Crollo dell’Euro: Il Fuoco Greco


10
Partiamo dalla partecipazione al voto: il temuto incremento del tasso d’astensionismo non è andato oltre il 6/7% rispetto alle precedenti amministrative. Non c’è stata la preventivata disaffezione elettorale e non varrebbe neanche la pena di dilungarsi oltre, se non per una riflessione sul Presidente della Repubblica, che ancora una volta non ha trovato di meglio per commentare il voto che scagliarsi testardamente contro l’antipolitica del Movimento 5 stelle. Napolitano è un personaggio strano ( ricorro allo stesso aggettivo che Monti utilizza per definire la sua maggioranza); a tratti ho l’impressione che sia stato appena scongelato dopo essere rimasto ibernato per […]

Elezioni. Navigazione a vista.


7
«Le conseguenze umane» della crisi «dovrebbero far riflettere chi ha portato l’economia in questo stato e non chi da quello stato sta cercando di farla uscire». Si vergogni Professore. So che dopo ha provato a correggere il tiro, nella migliore tradizione italiana, con la quale si sputa in faccia al cittadino e alla sua dignità, da pusillanimi arroganti gonfi del potere che vi ubriaca, quali siete; ma le parole restano, e pesano. Purtroppo solo sulle nostre coscienze non ancora del tutto sopite. «Non parlavo di suicidi, ma di conseguenze umane». Ci spieghi meglio, Professore, quali sarebbero le conseguenze umane della […]

le Conseguenze della Crisi



2
E’ opinione diffusa, e non più solo nella galassia dei  movimenti  che confusamente aspirano al cambiamento, che il sistema dei vecchi partiti sia arrivato alla fine, più per autodistruzione che per la presa di un palazzo d’inverno romano da parte di una rivoluzione in corso. I partiti della Repubblica, che attraverso trasformazioni e riconversioni formali hanno dominato la scena della prima e di una identica seconda Repubblica, non hanno dimostrato nulla di nuovo, ma  di volta in volta sono stati una degenerazione dei precedenti. Voracità, trasformismo, corruzione, incompetenza, subalternità e complicità con poteri forti e  gruppi criminosi sono le accuse […]

La conversione ecologica e i soggetti politici dell’alternativa: non è ...