Archivi giornalieri: 26 Marzo, 2012


1
Sono stufo. Sinceramente stufo per non dire che ne ho le palle piene. Non dei politici, dei ministri, dei presidenti e dei direttori, non dei collusi, dei corrotti e dei corruttori. Tutta gente che si fa gli interessi suoi. Tutta gente che si crede più furba degli altri? No, tutta gente che è più furba degli altri. Gli altri sono i cosiddetti cittadini. Pecore con uno spiccato orgoglio da pecora, servi vilipesi che lo prendono nel popò ma a schiena dritta, senza chinare la testa, onorabilmente. Tra le tante pecore silenziose sbraitano poche loquaci pecore belanti, talvolta addirittura prolisse. Queste […]

Pecore


14
La parabola è un genere letterario di grande successo. In passato, un tizio delle mie parti ci mise su un bel bisnis almeno fino a quando la concorrenza non lo fece fuori a causa del dumping sul pane, sul vino e sui pesci, oltre al tentativo di invadere il mercato gay utilizzando platealmente il bacio omosex. Senza pretesa di altrettanta universalità, ma soprattutto sperando di non finire nel film di Mel Gibson, oggi vi narrerò la Parabola delle Pecorelle. Il gregge è governato dal pastore che col bastone tiene le pecorelle in riga. In realtà il pastore non è sempre […]

La Parabola delle Pecorelle


4
Vorrei andare a vivere nella Repubblica di cui lei, Signor Napolitano, è Presidente. Deve essere un posto bellissimo, a differenza di quello su cui mi arrampico io, quotidianamente. Mi verrebbe da chiederle, cortesemente, di farmi cittadina onoraria della Repubblica dello splendore di cui lei, tesse le lodi ogni volta, tricolore alla mano. “Non ci sarà valanga di licenziamenti”, rassicura in modo vibrante, e il sospiro di sollievo collettivo di tutti i lavoratori preoccupati, ha fatto sì che si percepisse il suono, il vento del sibilo che alleggerisce l’animo di tutti noi. Ci saranno, signor Presidente, ci saranno eccome. Ci dovranno […]

Signor Presidente del Paese delle Meraviglie