Archivi giornalieri: 28 agosto, 2008


31
Coltivare un orto di quindici metri quadrati, tre metri per cinque, sembra una sciocchezza. Lavorando con strumenti antichi e sconosciuti le mani, abituate al tocco confortevole di un mouse ergonomico, si intorpidiscono istantaneamente. La terra compatta è dura come pietra, la vanga penetra grazie alla forza inerte del peso del mio corpo da gigante. Il vantaggio si annulla nel momento in cui bisogna sollevare la zolla e rompere la fitta ragnatela di radici di una gramigna fintamente morta ma in realtà solo sopita. La zolla va frantumata, le radici non si spezzano facilmente mentre la schiena, privata del suo naturale […]

Coltivare un orto di quindici metri quadrati


12
L’idea che mi gira in testa di mentecritica è quella di una piazza affollata, dove ci sono diversi crocicchi che parlano e discutono di questioni e di concetti che variano in maniera vertiginosa. Si hanno discussioni su Filosofia, si hanno costruzioni di Probabili futuri, si hanno argomenti sulla Fisica, si parla di Politica e di Costume e Società, si manda a fanculo un po’ tutti con grazia. (Grazia, scusa)

Gradi di Verità. Quello che Sai non è Vero. Quello ...


143
E’ da un po’ di tempo che mi trattengo sulla politica. Anni fa non avrei mai immaginato che un simile argomento avrebbe potuto consumare il mio fegato in maniera così abnorme. Anni fa c’era spazio solo per un più che qualunquista “sono tutti uguali”. Oggi non è più così, sto ore e ore a perdere tempo sulle farneticazioni di Repubblica e il Corriere della Sera, in costante aggiornamento sulle evoluzioni dell’agenda del paese.

Italia dei Valori: Outing Sfacciato e Punti Interrogativi