Archivi giornalieri: 16 Giugno, 2008


9
Ricordate anche voi l’epoca oscura che afflisse questa nazione durante la cosiddetta “Seconda Repubblica”? Sono passati un bel po’ di anni da allora, anche se, tutto sommato, non tanti quanti se ne potrebbero immaginare guardando l’Italia di oggi e confrontandola con quella dell’epoca. Io ricordo benissimo quegli anni, ed anche il Governo che formalmente segnò la fine della “Seconda Repubblica”; mi riferisco ovviamente al secondo Governo Prodi, quello che tenne le redini della nazione dal 17 maggio 2006 al 7 maggio 2008, quello che fu eletto con una maggioranza risicatissima e, secondo alcuni, grazie a presunti brogli elettorali.

2024: Fra Power User e Karma, Finalmente una Nuova, Vera, ...


36
Mentre la plebaglia di questa terra ormai remota anche a se stessa si arrovella intorno a questioni di fondamentale rilevanza nazionale come quella del dispiegamento di 2500 militari sul territorio metropolitano o la chiamata alle armi di Buffon per la “partita della vita“, mentre si contrabbandano bombe nucleari come se fossero stecche di Marlboro, mentre nelle discariche si spacciano rifiuti radioattivi senza nemmeno avere ancora le centrali (figuriamoci dopo, quando ci saranno), mentre la gente affoga nella merda lavorando o crepa facendo politica, mentre il paese è nelle mani di minestri (e minestro è scritto apposta così) che fanno la […]

Il Paese Affonda. L’Unico col Salvagente si Chiama Berlusconi


4
Ci risiamo. A dimostrazione del fatto che sono sempre più rari i casi in cui l’esperienza viene messa a frutto, le istituzioni europee ci hanno riprovato: e di nuovo hanno preso legnate. Il lupo perde il pelo ma non il vizio; potremmo anche liquidarla con una battuta, ma a ben vedere c’è poco da ridere. Nel 2004 a Roma si firmò la Costituzione europea, e l’anno successivo i referendum tenuti in Olanda e Francia ne hanno fatto carta straccia. L’anno scorso con il trattato di Lisbona si prova nuovamente ad introdurre una carta fondamentale dell’unione europea; e qualche giorno fa […]

Dublino Affonda il Trattato di Lisbona: Europa Sì, Europa No