Mi sveglio di soprassalto, come accade ormai da mesi, in quello che è un intorno stretto intorno alle quattro di mattina. A volte qualche minuto prima, altre volte qualche minuto dopo. Non più di quattro o cinque. Mi è successo di svegliarmi alle quattro spaccate diverse volte. O almeno a quelle che i numeri verdi dell’orologio che ho sul comodino pensano siano le quattro di mattina nel sottile fetta di fuso orario che vede apparire il sole un’ora prima di Greenwich. A volte resto a letto cercando di continuare il sogno nel quale mia figlia è piccola, lei sta bene […]

Shrike   Aggiornato recentemente!


Alla fine le cronache narrarono che quella fu l’estate più fredda della storia. Mentre i bambini correvano sulla battigia schizzando i loro costumini con la sabbia brillante del mare, mentre le ragazze ricoprivano i loro corpi snelli e morbidi di profumata crema solare, mentre gli uomini scoprivano il petto glabro e lo offrivano virilmente alla ferocia del sole, mentre le fronde ingiallivano combuste da raggi invisibili, mentre l’aria si faceva umida e pesante, il freddo ghiacciava implacabilmente i tubi dell’acqua, attaccava i frutti odorosi marcendoli, penetrava nel profondo delle macchine e faceva polvere del loro cuore d’acciaio. In quelle chiare […]

Il Freddo   Aggiornato recentemente!


La debolezza strutturale di una società è direttamente proporzionale alla sua complessità tecnologica ed alla sua apertura verso scambi e comunicazioni.La tecnologia crea dipendenze silenziose, quasi inavvertibili, ma subentra in maniera totalitaria nella vita quotidiana fino a renderla impossibile nel caso venga a mancare, anche solo temporaneamente. La libera circolazione di merci, persone e informazioni produce benessere ad una velocità inimmaginabile, perché consente la propagazione delle efficienze, la compensazione dei bisogni e la proliferazione di un’offerta qualitativamente sempre migliore e sempre più economica.Nello stesso tempo, questo rappresenta un moltiplicatore esponenziale per coloro i quali perseguono fini speculativi, criminali e terroristici. […]

Il Fascino Segreto della Open Source Intelligence



La debolezza strutturale di una società è direttamente proporzionale alla sua complessità tecnologica ed alla sua apertura verso scambi e comunicazioni. La tecnologia crea dipendenze silenziose, quasi inavvertibili, ma subentra in maniera totalitaria nella vita quotidiana fino a renderla impossibile nel caso venga a mancare, anche solo temporaneamente. La libera circolazione di merci, persone e informazioni produce benessere ad una velocità inimmaginabile, perché consente la propagazione delle efficienze, la compensazione dei bisogni e la proliferazione di un’offerta qualitativamente sempre migliore e sempre più economica. Nello stesso tempo, questo rappresenta un moltiplicatore esponenziale per coloro i quali perseguono fini speculativi, criminali […]

Il Futuro Prossimo Venturo


Ho a lungo creduto nella ragione Allontanandomi lentamente dal tuo amoreMa esso, nascosto a chi non lo ascoltava,Ha cantato silenzioso al mio cuore La strada che conduce a teÈ scolpita chiaramente nel mio pettoE non può essere scorta dalla menteMentre la tua dolcezza mi confonde La benedizione del nostro camminoMi lascia stupito e senza aspettativeDi fronte a teIl bene e il male sono una cosa solaEd entrambi intimamente ci appartengono

Cento Milioni di Stelle




2
Non saremo mai quelli che avremmo voluto essere. Anzi, non saremo mai nemmeno quelli che avremmo potuto essere, perché la vita decida da sola dove portarci e noi siamo troppo deboli per opporci. Ma forse è per questo che, nonostante tutto, cerchiamo di tenderci la mano, di tenerci vivi, di conservarci ciascuno nel cuore dell’altro. Proprio perché siamo degli sconfitti che hanno compreso che non è importante vincere, ma rimanere nella luce, il più a lungo possibile, prima che il tempo ci cancelli e ci disperda come foglie secche. Noi siamo quello che siamo, niente di eccezionale. E non sarà […]

Luglio


Io non credo in nulla. Non ho fede, non ho morale, non ho etica. Sono cresciuto nell’anarchia della regola, nel culto del valore personale che prevale su quello delle ideologie. Quando guardo al mondo vedo un deserto nel quale fioriscono radissimi fiori dalla vita breve. Io non spero. Io pianifico. Io non vivo. Io funziono. E funzionare è la liturgia nella quale si è formato l’Occidente, la forma più evoluta di associazione umana. Quella che era consapevole della sua secolarità, che non confidava nella salvazione, che non aveva nozione di peccato, ma che sapeva fare di conto, disporre milizie, fecondare […]

L’Occidentale


1
UTC UTC è la sigla con la quale si indica il tempo coordinato universale. Il tempo coordinato universale, il tempo coordinato universale, il tempo coordinato universale. Mi ripeto queste tre parole come un mantra. Il tempo coordinato universale: la manifestazione incontestabile della sconfitta che costringe a definire una topografia lineare nella successione dell’accadimento degli eventi. La definitiva dichiarazione di resa della limitazione della percezione, la constatazione fattiva che in tutto l’universo, nello stesso istante, se pur si verificano simultaneamente infiniti eventi diversi, distanti migliaia di anni luce, è impossibile rilevarli nella loro simultaneità e si finisce per aprire una fessura […]

2458643.020833