Fu così che andò. Fu così che le mani si staccarono e le strade iniziarono a divergere. Fu così che che la luce appassì e la notte giunse con il rombo silenzioso della fine del mondo. FINE CAPITOLO IV Ci sono cento miliardi di parole, l’una diversa dall’altra. E ci sono cento miliardi di lingue, ciascuna con cento miliardi di parole. E le parole possono essere messe in fila in cento miliardi di modi distinti e questo avviene in cento miliardi di mondi per ognuna delle cento miliardi di stelle diverse in ogni singolo istante del tempo. E il tempo […]

Sentinella


La politica è un circo dove tutti, ma proprio tutti, fanno il loro numero per accattivarsi la benevolenza del pubblico. C’è il prestigiatore, l’acrobata, il domatore, la cavallerizza e l’ammaestratore di cagnolini. Quando entrano in scena berlusconi e renzi vuol dire che è arrivato il momento dei pagliacci. Il loro numero non deve spaventare, meravigliare o far pensare. Deve solo far ridere di quell’umorismo greve ed elementare che si nutre del secchio d’acqua versato sulla testa, della legnata col bastone di gomma e della caduta dopo lo sgambetto. Quando il circo fa tappa in Sicilia, poi, i pagliacci si esibiscono […]

La Grande Tournée


Repubblica, ogni giorno, vuole convincerci che l’immigrazione è una botta di culo. Ho già scritto che l’immigrazione regolare è un fenomeno che ha molti aspetti virtuosi, regolati automaticamente da questioni anagrafiche e dall’evoluzione del mercato del lavoro. Chi lavora e paga le tasse, vive pacificamente senza delinquere è sempre e comunque una persona per bene e bene accetta, a prescindere dalla sua origine e dalla sua religione. Ciò premesso, non è questa immigrazione che desta preoccupazione, è il flusso di persone senza qualifiche professionali, senza istruzione, senza conoscenza della lingua e dal casellario giudiziario incerto che vengono scaricate (si scaricate, […]

L’Immigrazione è una Botta di Culo



Andavo allo stadio da bambino. Mi ci portava mio zio. Crescendo, nonostante il ricordo di quella persona che ora è morta, mi sono progressivamente dissociato dal calcio. Prima di tutto è ovunque. Nove su dieci, se fai un giro dei canali in TV c’è una partita. Poi ha troppe pause: ogni minuto un tizio tatuato cade a terra e si rotola tra atroci tormenti. Deve entrare la barella, gli devono spruzzare lo spray, poi deve allontanarsi zoppicante e poi, appena fuori campo, si deve sbracciare per rientrare. Poi non capisco più il tifo. Da bambini, quando uno non capisce un […]

Il Bestiario di Anna Frank


Ho maturato una convinzione personale molto solida e voglio discuterla con quelli, tra voi, che vorranno farlo. Secondo ciò che vedo, l’idea di Europa come soggetto politico, se pure mai esistita realmente, è prossima alla fine. E quando parlo di prossima alla fine immagino un orizzonte temporale che non supera i cinque/sette anni perché il fenomeno diventi completamente evidente ed operativo. So che dovrei giustificare un’affermazione come questa, esporre dati, teorie socio economiche a supporto, riferirmi a fatti concreti, ma questa non è una “lucida analisi” di quelle che si possono leggere sul Financial Times o su Il Sole Ventiquattr’ore. […]

A Long Cold Winter


In genere cerco di non dare giudizi sull’aspetto fisico di uomini e donne. Non sono buono, sono solo parte in causa. Sono stato giudicato per tutta la mia vita. Rumorosamente, silenziosamente, sardonicamente o platealmente, tanti, tante, anzi tantissime, hanno avuto da ridire sul mio aspetto fisico per il quale ho subito anche concreta discriminazione. Per questo, spesso taccio ciò che i miei occhi vedono, cerco di andare oltre la prima impressione e non incoraggio e non condivido socials basati sull’aspetto dei soggetti coinvolti. Tutto questo per dire che ciò che scriverò sulla foto che allego non è un commento estetico. […]

Il Volto Nuovo della Politica Italiana



Vi condivido una mia (facile) previsione su quello che succederà in autunno dopo le elezioni. La legge elettorale è solo una variabile, non credo che il risultato possa cambiare. Non è possibile promulgare una legge elettorale che rispecchi realmente la volontà dei cittadini perché chi detiene il potere attualmente si è consorziato e non intende mollarlo, ma anche perché i cittadini stessi, secondo me, non sanno veramente quello che vogliono. L’ipotesi è che nessuno da solo avrà le percentuali necessarie per costituire un governo. Per cui renzi e berlusconi faranno finalmente coming out in nome della responsabilità nei confronti della […]

Il futuro prossimo venturo


Ieri sera, verso le sei, memore della rappresentazione iconica che la storia ci ha lasciato di certi eventi, ho atteso con ansia il discorso di Puigdemont. Ho addirittura spinto mia figlia di nove anni a smettere di giocare ed ad unirsi a me per assistere ad un passaggio che ritenevo importante per la sua maturazione. Non dico che mi aspettassi petti nudi esposti alle baionette, bandiere al vento e capipopolo sulle barricate col braccio alzato a sfidare le truppe lealiste, ma avevo una certa ansia emozionale accresciuta anche dal lungo ritardo sull’ora annunciata. Le aspettative si sono ancora accresciute quando […]

La dichiarazione d’indipendenza più loffia della storia


Mi sono sempre piaciuti gli aeroplani. Da bambino passavo ore a sfogliare le pagine dell’enciclopedia che li riguardavano. Mi piacevano quelli ad elica della seconda guerra mondiale. Caccia, bombardieri, aerei da ricognizione e perfino gli Stukas con quella forma sgraziata da uccello disabile e i carrelli non retrattili che li rendevano pesanti, lenti e goffi. Indugiavo sulla carlinga affusolata, le forme curve e trasparenti dei cupolini di vetro e sulle torrette dei bombardieri, con le loro lunghe mitragliatrici. Per questo, progressivamente, maturai la risoluzione che sarei diventato un pilota militare. Certo, mi sarei dovuto adattare ai jet, che non ho […]

La sotterranea ed invisibile partitura dell’entanglement